Tricopigmentazione

Tricopigmentazione

La tricopigmentazione che deriva dal nome greco “tricho” che significa capelli è una tecnica di micropigmentazione o dermopigmentazione del cuoio capelluto che mira a mascherare le imperfezioni causate dalla caduta dei capelli (calvizie e alopecia), da cicatrici e a seguito di un trapianto FUE o FUT.

Si tratta di un metodo rivoluzionario e non invasivo che è molto simile a un tatuaggio di tipo semi-permanente, con l’obiettivo di introdurre nel derma micropigmenti bioriassorbibili (piccoli punti di colore) che verranno a riempire gli spazi causati dalla caduta dei capelli a seguito di alopecia o di cicatrici. La reputazione di questa tecnica sta vivendo una crescita eccezionale; infatti, ha guadagnato la fiducia e il rispetto della comunità globale per la perdita dei capelli e con migliaia di clienti soddisfatti in tutto il mondo.

EFFETTO RASATO
Attraverso la tricopigmentazione è possibile riprodurre un effetto di capello rasato quasi indistinguibile dal resto dei capelli, anche osservando la cute da vicino. E’ l’ideale per chi porta i capelli rasati, chi non è idoneo ad un effetto densità e chi è affetto da alopecia areata totale o universale.

EFFETTO DENSITÁ
L’effetto densità ricrea otticamente una chioma più folta ed è indicato in situazioni di diradamento dei capelli medio/lunghi. L’obiettivo di questa tecnica è quello di ridurre o eliminare la visibilità del cuoio capelluto con relative trasparenze, infoltendo i capelli già presenti.

COPERTURA CICATRICI

Il trattamento di tricopigmentazione viene applicato non solo per riempire eventuali vuoti nel cuoio capelluto riproducendo un effetto simile a un taglio di capelli rasati o con una densità maggiore, ma può essere molto utile al fine di poter intervenire su diverse tipologie di cicatrici presenti sul cuoio capelluto:

– cicatrici da trapianto di capelli: nel caso di trapianti di capelli, la tricopigmentazione può essere applicata in modo da eliminare gli spazi che si sono generati tra la zona che è stata sottoposta al trapianto e il restante cuoio capelluto;

– cicatrici da incidenti: può capitare che come conseguenza di incidenti si siano formate delle cicatrici che hanno ridotto la quantità di capelli presente. Grazie a questo trattamento sarà possibile farle scomparire temporaneamente. Con accorgimenti e diverse applicazioni sarà possibile mantenere questi segni nascosti;

– cicatrici per interventi chirurgici: molto utile e adatta per poter far scomparire le cicatrici che sono dovuti a interventi chirurgici.

A COSA SERVE

  • ALOPECIA AREATA
  • ALOPECIA ANDROGENETICA (AGA)
  • ALOPECIA UNIVERSALE
  • CICATRICE DA AUTOTRAPIANTO DI TIPO FUT
  • CICATRICE DA AUTOTRAPIANTO DI TIPO FUE
  • CICATRICE GENERICA
  • * DIRADAMENTO GENERICO

Domande Frequenti

CI SONO CONTRAINDICAZIONI?

Lo possono utilizzare sia uomini che donne che sofrono di alopecia, pero ci sono delle controindicazioni come il colore del pigmento che é simile alla cheratina quindi é simile ad un color cenere e seconda del colore dei capelli e della pelle del cliente é possibile modificare il colore del pigmento faccendolo piu chiaro o piu scuro. Naturalmente sono escluse le persone che hanno I capelli color platino rosso oppure completamente bianchi.

A livello estetico coloro che hanno i capelli platino, rosso o bianchi é necessario che la pelle sia perfettamente panintegra; quindi chi ha la dermatite seborroica o la follicolite prima deve risolvere questo problema e poi fare il trattamento.

I COLORI UTILIZZATI SONO NOCIVI?

I pigmenti sono organici, riassorbibili e reversibili e la nostra pelle se non viene effetuato il trattamento di mantenimento una volta all’anno lo espelle in 12-24, mesi ed é questo poi la differenza tra un tattuaggio classico e di chi usa pigmenti che nel tempo poi cambiano colore. Va fatto almeno una volta all’anno.

QUANTE SEDUTE OCCORRONO PER AVERE UN OTTIMO RISULTATO E QUANTO DURA POI IL RISULTATO 2 ANNI? É PERMANENTE?

Il protocollo di lavoro prevede tre sedute, due vanno effetuate in due giorni consecutivi la terza a distanza di un mese, eventualmente si può decidere di fare una quarta seduta per chi volesse avere un effetto più marcato.

CI SONO DELLE DIFFERENZE SOSTANTIVE TRA TATTUAGGIO PERMANENTE E TRICOPIGMENTAZIONE? OLTRE CHE IL COLORE?

Sicuramente la formazione. Noi tricopigmentisti facciamo dei corsi specifici sulla tricopigmentazione e sul cuoio capelluto ed é tutto un discorso di estetica. Quindi varia in base al pigmento che é una cosa sostanziale, ma anche perchè noi non andiamo sotto 0-5mm di profondità, mentre I tatuatori vanno più in profondità.

DAI DEI CONSIGLI AI CLIENTI CHE HANNO EFFETUATO QUESTO INTERVENTO DOPO IL TRATTAMENTO? COME SI DEVE COMPORTARE IL CLIENTE,QUALI ACCORGIMENTI SI DEVONO USARE?

Sicuramente la prima settimana del trattamento, poi si torna alla vita normale. La prima settimana non deve entrare in sauna, bagno turco, non deve fare sport dove c’è una sudorazione eccessiva,evitare l’esposizione ai raggi solari ,in questi casi bisogna mettere una protezione a 50. Ma in ogni caso io consiglio di mettere la protezione anche dopo perché , va comunque mantenuto il colore.



Call Now